"Le persone preferiscono le masturbazioni mentali a quelle sessuali" di Federico Bellini

Sesso

Non molto tempo fa mi scrisse una persona irritata da una mia riflessione postata su di un social: “Il sesso femminile lo chiami vagina, quello maschile invece cazzo ma per par condicio dovrebbe essere pene o rigirando cazzo lui, fica lei cercando un poco di volgarità!” Gli risposi: “Sai com'è, oggi come oggi è più rivoluzionario dire Vagina che Fica, mentre Cazzo è sulla bocca di tutti, ormai!” Mi scrisse, inoltre, anche un ragazzo di 24 anni alquanto angosciato perché mi confessò di masturbarsi assiduamente, ogni giorno, a volte in modo concitato e spasmodico, come se fosse un'impellente necessità quotidiana a cui non poteva esimersi. Sensibilmente in colpa per questa compulsione sessuale, mi chiese come era possibile accostare la masturbazione ad un proprio percorso spirituale, chiedendomi consigli in tal senso. 

(... ed io gli risposi così...)

<<La Spiritualità è portare l'uomo, mediante un lavoro introspettivo ed interiore, alla conoscenza più profonda del proprio sé. La masturbazione che cosa fa? Porta l'uomo, mediante un lavoro carnale ed esterno, alla conoscenza più profonda dei propri meccanismi fisici, emozionali, consci ed inconsci. Se vissuta con presenza può risultare un ottimo metodo per conoscere sé stessi, e da lì scendere più in profondità nel proprio vero Io. La masturbazione è come fare l'amore con sé stessi, e se inizi ad amarti davvero, a provare piacere in ogni tua cellula, ecco che nasce quel miracolo che porta l'uomo a realizzarsi. Se ci pensi, coloro che rifuggono dalla masturbazione o dal sesso, alla fine rifuggono solo da sé stessi, perché non sanno accettarsi, giudicando un atto di per sé innocuo e persino ridicolo come il male esterno da combattere o demonizzare, ma è proprio nella sua risibile semplicità che risiede anche la sua più estrema potenza. Viviamo in un mondo dove la parola Spiritualità è così tanto abusata che quasi ne abbiamo perso il significato più vero e profondo, in realtà tutto ciò che ci conduce alla conoscenza di sé stessi è quanto di più Naturale possa esserci, masturbazione compresa. Perciò masturbati e senza sentirti in colpa, ed ogni volta che lo farai, impara ad essere presente e ad osservarti, scendendo sempre più in profondità in te. Solo a quel punto proverai l'orgasmo più entusiasmante della tua intera esistenza.>>

Commenti

Post popolari in questo blog

"La figura dell'Angelo? Un grandioso bluff!" di Federico Bellini

"Il Sole è un portale dimensionale..." di Federico Bellini

"Il Cammino del Viandante", il nuovo Libro-Corso di Federico Bellini

"Le Civiltà Aliene Extraterrestri" di Federico Bellini