"La Grande Fattoria" di Federico Bellini e A/V

"La Grande Fattoria" di Federico Bellini e A/V

Per poter sedurre e controllare uno spettro di schiavi il più ampio possibile, il finto Creatore suddivise i suoi Agenti, gli Arconti in più fazioni apparentemente opposte (a loro volta ulteriormente suddivise al loro interno). Egli, pertanto, ospita ancora oggi nelle sue schiere, indifferentemente, tanto i santi quanto i peccatori, a patto che tutti i soggetti coinvolti siano sotto il suo incantesimo, ovvero, giochino in questa Matrix che tiene l'umanità ignorante e vittima di questo Grande Inganno. Allo scopo di preservare la sua esistenza il più a lungo possibile, sopravvive nutrendosi dell’energia che riesce ad assorbire dal Sistema, e nell’intento di raccogliere il maggior quantitativo possibile di energia, egli ha creato il “Paradigma Duale” per assicurarsi che ogni essere, incarnato in questo mondo sotto incantesimo, possa essere impiegato come una sorta di “batteria monadica” capace di alimentarlo costantemente a livello energetico. I Buoni, pertanto, si sentiranno attratti dalla fazione della Falsa Luce, mentre i Cattivi dalla Fazione Oscura, sebbene la maggior parte di essi ignori il fatto che entrambe le parti stanno servendo lo stesso Sistema. Ed affinché questo Gioco illusorio possa suscitare un interesse sufficientemente elevato nei suoi partecipanti, sono state predisposte dal Demiurgo diverse densità di esistenza, attraverso cui gli “iniziati” ai sentieri della Finta Luce (o dell’Oscurità) possano ascendere. Una trovata geniale che conferisce la sensazione di compiutezza e finalità in coloro che procedono attraverso le densità, quando invece, in realtà, non stanno che brancolando nel labirinto dell’illusione all’interno della Matrix. Come ci viene insegnato dalla dottrina gnostica, e da alcune correnti esoteriche, la profonda consapevolezza di essere connessi con la Fonte e col resto della Vita Universale, detenuta un tempo da tutti gli esseri umani, è stata preservata e trasmessa ai posteri solo da alcuni di essi maggiormente evoluti spiritualmente (Buddha, Zoroastro, Cristo, etc.), attraverso le lunghissime epoche in cui l’inganno ha regnato incontrastato su questo pianeta. E dal momento che le forze demiurgico/arcontiche non sono state in grado di sottrarre interamente questa consapevolezza agli esseri umani, hanno ideato un piano per cooptarne la loro più natura spirituale. Sono state, così, costituite dapprima le religioni patriarcali, che vennero imposte in tutto il mondo al maggior numero possibile di persone dopo aver soppiantato le preesistenti forme spirituali sciamaniche, legate specie al culto della Grande Madre, dove coloro che non vi aderivano sono stati sempre considerati dei reietti (o eretici), e in quanto tale perseguiti e sterminati, fin quando, durante gli ultimi tre secoli, la nascita dei vari movimenti esoterici non pose le fondamenta per l’emersione e la diffusione di vari movimenti esoterici e mistici, ma anche filosofici e atei. 

Soprattutto dopo la seconda metà del novecento, questi movimenti, hanno via via guadagnato proseliti in maniera esponenziale, attraendo molti degli scontenti che avevano voltato le spalle all’ipocrisia delle religioni. Ed è evidente che il Demiurgo e i suoi Cavalieri, hanno costantemente fabbricato una immediata “risposta pronta” per alleviare ogni tipo di travaglio interiore dell’umana esperienza spirituale. Del resto quasi tutte le “Entità Canalizzati” affermano di essere affiliate ad una “Gerarchia Spirituale o Superiore”, segretamente al servizio di una Falsa Luce, che annovera fra le sue fila una serie di ulteriori Entità che inviano, con ritmo pressoché quotidiano, messaggi che poi, attraverso le persone che sfruttano come canale, intasano quotidianamente persino il Web. Ovviamente questo è l'esito finale che li vede impegnati in una guerra psicologica contro le persone che rifiutano il credo, di qualsiasi natura, ateo, scientifico o religioso (la sostanza di base non cambia, dato che poggiano tutti su dei dogmi che non devono essere rimessi in discussione), in altre parole, è un’operazione appositamente progettata per raccogliere ed imbrigliare le energie monadiche dei credenti/dissidenti, al fine di incanalarle verso nuove dottrine, a miglior vantaggio dell'illusione stessa. In questo sistema, anche le correnti atee, come ad esempio quelle politiche e scientifiche di questi ultimi due secoli (il fatto di non credere  a qualcosa è comunque un atto di fede laica), hanno trovato uguali riscontri ed esiti vincenti nell'illusione del Sistema, perché il loro essere “razionali”, non solo li ha spinti a ricercare nella Materia fittizia il fine ultimo della loro esistenza, ma ha anche gettato le basi per svariate persecuzioni nei confronti delle fedi (definite superstizioni) e che, in casi estremi ha visto l'insorgere di stermini di massa da parte di forme dittatoriali sorte nel perseguire qualsiasi forma spirituale, ritenuta inesistente, perché non provata fisicamente in una provetta di laboratorio. In un modo o in un altro, e in tutte queste forme di controllo mondiale, è stata prodotta una quantità energetica così enorme a solo vantaggio della sopravvivenza del Demiurgo, dei suoi Cavalieri apocalittici, e del loro Sistema di controllo, ed ovviamente a discapito di miliardi di uomini, donne e bambini, rimasti vittime di sofferenze, persecuzioni, torture e morti orribili.

La Terra è un pianeta difficile da controllare completamente, per questo il livello dell’illusione è così complesso ed intricato nel suo insieme. Per poter raggiungere una copertura sufficiente a tenere in piedi il “Sistema” è stato necessario escogitare dei programmi, dove la loro più intrinseca funzionalità risiede nella capacità di poter scegliere, ovviamente fittiziamente, qualsiasi ruolo da interpretare: il buono e il cattivo, la persona onesta e il ladro, l'uomo generoso e l'assassino, il re e il suddito, il dittatore e il presidente di una nazione libera, il repubblicano e il democratico, il credente e l'ateo, etc. Viviamo in una dimensione che consideriamo la realtà, ma che in verità è un sistema illusorio. Anche l'illusione, a sua volta, sarebbe un'illusione di sé stessa, quindi, per assurdo, viene da domandarsi cosa ci sia effettivamente in questa nostra dimensione che reputiamo reale ed illusoria al tempo stesso. Ci siamo noi e il nulla, e questo produce solo una forma di energia che, scindendosi, fa esperienza all'interno del "Sistema". Noi, alla fine siamo dei semplici "Programmi" impostati per compiere determinate scelte o azioni, e il Nulla è come un hard disk che attende informazioni dal software per essere riempito delle nostre esperienze. Così funziona la Matrix e tali ruoli, in realtà servono per controllare meglio le creature umane, che di tanto in tanto si sono in parte risvegliate e ribellate, ma la sua abile capacità di far credere una realtà fittizia, piuttosto che un’altra più elevata, lo ha sempre messo nella condizione di essere sempre il vincitore di questo Gioco. Non a caso, nell'Antico Testamento, per dare spazio all'idea di creare un popolo prediletto a lui sottoposto (Israele), esortò gli Ebrei appena giunti nella Terra Promessa a ‘farsi spazio’ con ogni mezzo. «Soltanto nelle città di questi popoli che il Signore tuo Dio ti dà in eredità, non lascerai in vita alcun essere che respiri; ma li voterai allo sterminio: cioè gli Hittiti, gli Amorrei, i Cananei, i Perizziti, gli Evei e i Gebusei, come il Signore tuo Dio ti ha comandato di fare, perché essi non v'insegnino a commettere tutti gli abomini che fanno per i loro Dei e voi non pecchiate contro il Signore vostro Dio.» (Bibbia, Deuteronomio, 20, 16-18, anche se, purtroppo, la Bibbia di questi passi barbari, violenti e sanguinosi, ne è piena, come ci insegnano anche gli studi di Salvador Freixedo in “Israele Popolo-Contatto”).

È del tutto ovvio che un Dio che comanda al suo popolo prediletto di “votare allo sterminio” tutti coloro che sono considerati diversi”, essendo questi stessi popoli ugualmente suoi figli, ci fa comprendere della crudeltà e la bassezza di un’Entità, che definitasi l'unico Dio, in realtà non è nient’altro che un essere inferiore, nemmeno onnisciente, e che ha creato, modellandolo per i suoi scopi, un mondo, il nostro, dove poterne essere il completo Signore indiscusso. Questo è il modo con cui i nostri “allevatori” si assicurano la continuità del loro approvvigionamento energetico ai nostri danni, perché seppure questi carcerieri siano sufficientemente abili a farsi riconoscere gentili e benevoli nei nostri confronti, riusciranno a darci la sensazione di essere liberi, unici, intervenendo a loro vantaggio nei nostri punti deboli (l'Ego) per meglio renderci succubi alle nuove regole del Gioco e che, a noi, resteranno per sempre ignote. Essi non vogliono in nessun modo che cresciamo in autonomia, perché se fossimo nel pieno del nostro potere spirituale, saremmo in grado di sfuggire al loro Sistema illusorio (la Matrix). La Gnosi, ad esempio, ci insegna che non tutti gli esseri umani sono in grado di potersi liberare, perché non tutti sono spirituali (pneumatici) e pronti ad intraprendere questo cammino: alcuni sono esseri terreni e materialistici (ilici) che riconoscono solo la realtà fisica, altri sono esseri che vivono molto razionalmente (psichici). Questi ultimi due tipi di esseri di solito confondono il Demiurgo con il vero Dio, e hanno poca o nessuna consapevolezza del Mondo Spirituale esistente al di là della Materia e della Mente. A questo punto della nostra ricerca, diventa fondamentale fare ulteriore chiarezza, sia nello specificare i protagonisti di questa illusione in cui siamo prigionieri, sia nel constatare, fatti alla mano, la sua reale e concreta diffusione a livello globale. Le religioni abramitiche sono le tre religioni - l'Ebraismo, il Cristianesimo e l'Islam - che rivendicano Abramo (in ebraico "Avraham", Padre di molti; in Arabo "Ibrahim") come parte della loro storia sacra, ed egli, come narrato nella Bibbia, rifiutò il politeismo l’idolatria imperanti nella sua città natale, e nella sua stessa famiglia, per abbracciare l'idea del Dio unico. Nell'Antico Testamento è narrato che Abramo, a causa della sterilità della moglie Sara, prese come concubina la serva egiziana Agar,  e da questa ebbe un figlio, Ismaele (ebraico Ishmael, Dio mi ascoltò); successivamente la moglie Sara ebbe (all'età di 90 anni!) un figlio, Isacco (in ebraico Yitzchak). La gelosia nata in Sara verso la rivale Agar spinse Abramo a cacciare quest'ultima, e in un passo della Bibbia è narrato che Agar, allo stremo delle forze dopo aver lasciato la casa di Abramo col figlio Ismaele, fu salvata da Dio/YHWH che le promise una progenie numerosa, aggiungendo tuttavia che sarà tra gli uomini come un asino selvatico; la sua mano contro tutti e la mano di tutti contro di lui e si ergerà in faccia a tutti i suoi fratelli. Dalle due mogli di Abramo derivarono quindi il popolo ebraico (discendente di Isacco) e gli Ismaeliti, discendenti di Ismaele, poi noti col nome di Arabi, da qui l'Islam, quindi YHWH/Dio/Allah aveva già progettato la nascita di più dottrine religiose (Ebraismo, Cristianesimo e Islam), con l'intenzione di creare divisioni e che poi, come la storia insegna, ha portato a guerre e massacri terribili. Ma a parte questa breve parentesi biblica, andiamo a vedere adesso quanto le religioni a-bramitiche, adoranti lo stesso Dio (il Dio del cristianesimo, YHWH della Bibbia o l’Allah islamico), governino il mondo. Come possiamo vedere nei dati successivi, poco più di metà della popolazione mondiale segue le cosiddette religioni abramitiche, mentre la restante parte del mondo è suddivisa in varie religioni. Se però consideriamo l'estensione geografica delle tre principali fedi (Cristianità, Islam, Ebraismo), noteremo immediatamente che la loro diffusione ricopre ben il 90% della superficie terrestre, conquistato, come ben sappiamo, tra invasioni e guerre sanguinose perpetrate nel corso dei secoli. 

Religioni Abramitiche: 
Cristiani, 33,0%
Musulmani, 19,6%
Ebrei, 0,2 %
Altre religioni: 
Induisti, 9,1%
seguaci delle religioni cinesi, 6,4%
Buddhisti, 5,9%
seguaci delle religioni etniche, 3,8%
seguaci delle nuove religioni,1,7%
Sikh, 0,4%
seguaci dello Spiritismo, 0,2%
Altri, 4,5%
Atei e non religiosi, 15,2%
Totale: 100,0%

È innegabile, in tutte le culture, filosofie e religione della Terra, si racconta che nel mondo si combattono le Forze del Bene contro quelle del Male, la Luce contro le Tenebre. Tale lotta che si perpetua nei secoli attraverso delle pedine in carne ossa (gli uomini), e ad alterne vicende fa propendere la vittoria su di una parte, piuttosto che da un’altra, crea caos e ordine, all'interno di un piano divino del tutto ignoto. C'è un aneddoto molto rivelatore che risale ai tempi della Prima Guerra Mondiale, e che mi raccontava sempre mio nonno, di quando un soldato al fronte, mentre un prete stava benedicendo la trincea prima dell'inizio del conflitto, al termine della funzione gli si avvicinò chiedendogli: “Scusi Padre, lo sa che anche dall'altra parte, nella trincea nemica, si trova un Prete come lei che benedice? Posso chiederle da che parte sta Iddio?” Sicuramente questo Iddio parteggia solo per sé stesso…

Commenti

Post popolari in questo blog

"La figura dell'Angelo? Un grandioso bluff!" di Federico Bellini

"Il Sole è un portale dimensionale..." di Federico Bellini

"Il Cammino del Viandante", il nuovo Libro-Corso di Federico Bellini

"Le Civiltà Aliene Extraterrestri" di Federico Bellini