"Hanno le loro basi sulla Luna e vengono di notte mentre dormi a portarti via!" di Federico Bellini

"Hanno le loro basi sulla Luna e vengono di notte mentre dormi a portarti via!" di Federico Bellini

La sera di Natale, prima di andare a dormire, ho rivisto dopo moltissimi anni e con grande piacere il film "Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo" di Steven Spielberg. Rivederlo a distanza di tempo e con tutte le conoscenze che nel frattempo ho acquisito sul campo, non mi ha lasciato indifferente; ricordiamoci che il film è stato girato nel lontano 1977 e per l'epoca era decisamente un prodotto fuori dalle righe, seppur in linea con la cultura in fermento dell'epoca. Alcune cose, però, mi hanno colpito e che mi hanno fatto capire quanto Spielberg, già all'epoca, sapesse così tante cose da riversarle nei suoi film di maggior successo. Al di là della storia in sé, le ricostruzioni degli avvistamenti, le Abductions storiche presentate, dell'ipotetico "Progetto Serpo" finale (lo scambio di umani in visita sui mondi alieni), etc., sono due i momenti in cui il regista fa trapelare che quanto stiamo vedendo è la verità. La prima scena ce la presenta quando dei bambini, il giorno dopo l'avvistamento UFO del padre, in una mattina concitata affermano: "Hanno le loro basi sulla Luna e vengono di notte mentre dormi a portarti via!", e la seconda, quando i due protagonisti arrivano di fronte alla Devils Tower in Wyoming, dove lei dice: "Non riesco a crederci, mi sembra impossibile" e lui le risponde: "No, invece è tutto vero!"

Insomma, Spielberg sapeva e nel corso degli anni e dei suoi film (sia da lui realizzati o prodotti) ha saputo dimostrarcelo abbondantemente, ma lo Spielberg dell'epoca era forse il più genuino, che raccontava questi fatti con dovizia di particolari e cruda realtà, uno Spielberg che poi, nel corso degli anni ha mitigato queste conoscenze sotto un alone più favolistico, specie con l'ultimo "Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo". Questo per dirvi che è tramite i film o le più recenti serie TV, che il potere indottrina le masse e le indirizza verso precisi e determinati obiettivi.

PS Josef Allen Hynek (Chicago, 1º maggio 1910 – Scottsdale, 27 aprile 1986) celebre ufologo statunitense, professore di astronomia, protagonista del "Progetto Blue Book" come consigliere scientifico dal 1952 al 1969, fu consulente scientifico e collaboratore (così come l'United States Air Force e la NASA) per la realizzazione del film, tanto che appare in un breve cammeo verso la fine del film quando gli Alieni escono fuori dall'astronave, a suggellare che quanto raccontato, ha un fondo di verità...

*
Per approfondire abbonati

Commenti

Post popolari in questo blog

"Il Rituale sanremese è terminato. Ma la sua Alchimia è compiuta?" di Federico Bellini

"Fuoco, Cammina con Me" di Federico Bellini

"Vegetariani e Vegani? Si, ma con buonsenso!" di Federico Bellini

"La Matrix: il Sistema degli Arconti", pubblicata la Conferenza in Live Streaming di Federico Bellini