Passa ai contenuti principali

Federico Heyoka Bellini, una Vita oltre i Confini della Realtà

Federico Heyoka Bellini

Federico Heyoka Bellini è nato il 21 maggio 1978 a Pontedera, vive in provincia di Pisa. Formatosi attraverso diverse esperienze professionali, ha studiato teoria, solfeggio e pianoforte con il maestro Francesco Guerrazzi e successivamente composizione al Conservatorio Cherubini di Firenze sotto la guida di insigni maestri, quali: Enrico Marocchini, Sergio Lanza, Mauro Cardi, per armonia e composizione, Riccardo Luciani, pianoforte e lettura della partitura e con Sergio Sablich, storia ed estetica della musica. Professionalmente divide il suo tempo tra il lavorare come Editore, Scrittore, Ricercatore Culturale, Compositore e Direttore Artistico di Eventi. Negli anni passati è stato anche insegnante in corsi (pianoforte, teoria e solfeggio, armonia, storia della musica, analisi musicale e composizione), seminari e masterclass, tra quest’ultime si ricorda un ciclo di incontri sulle sinfonie di Gustav Mahler e le opere di Giacomo Puccini, di cui è un grande conoscitore. E’ regolarmente pubblicato su riviste e quotidiani a livello nazionale e, per la sue molteplici attività, è stato ospite come musicista, scrittore e ricercatore, intervistato da importati emittenti televisive e radiofoniche, tra le quali si ricordano: "Radio Rai Due", "Radio Romania", "Canale 50", la "Rete 2" della "Radio Televisione Svizzera" e su Italia1 nel noto programma televisivo “Mistero”.

ARTE
E’ stato direttore artistico di tre gallerie d’arte, “La Spina Art Gallery” di Pisa, “Galleria La Torre” e “Bellini Arte” in provincia di Pisa, imponendosi nel panorama nazionale ed internazionale della cultura. Come curatore d'arte contemporanea ha organizzato e allestito più di settanta mostre personali e quasi quattrocento collettive (lavorando con oltre 2.000 artisti italiani e stranieri), oltre ad aver curato degli eventi importantissimi dedicati alla Pop Art americana e italiana: “Effetto Warhol”, “Effetto Pop” e “Obbiettivo Pop”. Particolare interesse ha suscitato la mostra “Ho dormito con Andy Warhol”, segnalata tra l’altro sul blog di Panorama, per l’idea di unire l’arte di grandi artisti del XX secolo con le capacità ricettive di una struttura alberghiera, offrendo l’opportunità al cliente di dormire con le opere del proprio artista preferito. Grande successo ha avuto il progetto "Experience Plastic Inevitable", rivisitazione delle perfomance realizzate da Andy Warhol nella New York anni sessanta e modificati con le esigenze attuali da Bellini stesso, attraverso la presentazione di uno spettacolo multimediale (Disco/Arte) che ha girovagato in alcuni locali italiani durante la scorsa estate. Ha lavorato in appena sei anni con più mille artisti italiani e stranieri, venendone a contatto con altri tremila, progettando mostre di culto come “Pisa, poesia & immagine”, “Fallen Angels”, “De Sade / Erotic Revolver”, “Mythos, i volti del successo”, solo per citarne alcune. E’ stato l’ideatore e curatore del format “Art Hotel Expo”, divenuto poi un modello utilizzato anche da altri curatori in Italia, ospitato in vari Hotel di prestigio e nel quale ha coinvolto centinaia di artisti l'anno. La prima edizione del 2007 svoltasi all’Euro Hotel di Cascina (Pisa) ha avuto un grandissimo successo con oltre 7.000 presenze. E’ stato fondatore e presidente di tre associazioni culturali, “Spazio d’Arte”, “La Fabbrica dei Miracoli” e “Pisa Factory”, ha contributo alla nascita di altre associazioni, gruppi e realtà locali. E’ autore di saggi e critiche d’arte, in collaborazione anche con ricercatori universitari ed è stato pubblicato regolarmente su quotidiani e le maggiori riviste d’arte italiane. Nel periodo in cui è stato consulente artistico per l’Euro Hotel di Cascina (Pisa), il Crystal Palace Hotel di Montecatini Terme (Pistoia), e l’Hotel Vedute di Fucecchio (Firenze), le mostre da lui organizzate negli anni 2007/2012 hanno raggiunto le oltre 30.000 presenze.

MUSICA & TEATRO
Tra i lavori più importanti in ambito musicale si ricordano le colonne sonore e le composizioni che sono state eseguite a Pisa, nella Sala delle Baleari del Comune, il cortile della Sapienza dell’Università e l’Abbazia di San Zeno, e a Firenze nella Sala del Buonumore del Conservatorio Cherubini e nella tribuna del David, sotto la colossale statua del Michelangelo alla Galleria dell’Accademia. E’ autore delle musiche e i testi di drammi teatrali sperimentali, tra cui si ricordano il “Progetto Crociate” con il “Daiberto da Pisa” e “Il Re Lebbroso”, “Creature” sulla vita dell’Imperatore romano Adriano, una controversa “Passione” andata in scena a Pisa nel 2004 e il “Progetto Prometeo”, rilettura meta-fantascientifica della mitologia greca dove sempre di più emerge il lato contemporaneo e “informatico” delle sue creazioni. Dei lavori menzionati, esistono attualmente frammenti o brandelli, in quanto opere sperimentali che si sono svolte nell’arco di un breve tempo creativo. Denominate “installazioni drammatico musicali” avevano in se la particolarità di essere create in un breve lasso di tempo e subito dopo messe in opera, facendo partecipe il pubblico che con la sua presenza, contribuiva alla disgregazione e distruzione dell’opera stessa. La “computer music” o “musica informatica” per Federico Bellini è stato un terreno di incontro fondamentale della sua ricerca, arrivando ad affermare che molto presto, in un futuro non tanto lontano, “chiunque sarà un compositore, addirittura non conoscendo una sola nota musicale”. Proprio per il grande sviluppo dato dall’informatica e l’utilizzo di programmi musicali particolari, ha intrapreso una strada di ricerca dove il materiale sonoro, soprattutto armonico, quasi riscoperto come in un lavoro di ricerca archeologica, riemerge con prepotenza all’interno di un tessuto musicale multiplo, in grado di creare atmosfere parallele e simultanee. Uno dei suoi lavori più recenti è l’album “Incidental e Transcendental Music”. E’ autore, inoltre, di musiche per spot aziendali e pubblicitari e di ambientazione, come il recente “Atlantide” (musica informatica) o il “Concerto per Pianoforte e canto di Balene / Whales Concert”, dove su una base creata con il fruscio del mare e il canto dei cetacei, improvvisa musica liberamente su un pianoforte.

LETTERATURA/RICERCATORE
E’ stato autore di pregevoli raccolte di ‘poesie effimere’, tra le quali si ricordano le più importanti: “Creature”, “Crociate”, “Haiku”, “Poemi Brevi”, “Se dolce l’tormento”, “Vespri pisani”, “Tutto Poesia”. Interessante esperimento è stata una "Provocazione Epistolare" nata per e-mail e pubblicata sul catalogo della mostra “Giù la maschera, Su la maschera” allestita al Barco Mocenigo a Castello di Godego di Treviso, in Veneto nel 2004. Tra i vari saggi si ricordano gli studi condotti sul periodo medioevale, specialmente attorno la figura dell’imperatore Arrigo VII, mentre per l’Arte su esponenti della Pop Art, in specifico Andy Warhol, Keith Haring e Robert Mapplethorpe. Si ricordano inoltre varie ricerche sulla storia di Pisa e i suoi monumenti locali. E’ autore della saga “La Croce e l’Aquila”, romanzi storici pisani che raccontano su una vera base storica, l’intreccio di personaggi, complotti, intrighi, compagnie segrete di cavalieri, personaggi carismatici e misteriosi nella Pisa medioevale, pubblicati tra il 2007 e il 2009. Fonda poi una casa editrice nel 2014, la Risveglio Edizioni, alternando così la sua poliedrica attività di compositore, scrittore ed editore, e dopo essersi interessato ad esperienze extra-umane, spesso associate al controverso mondo ufologico, parlandone in importati emittenti televisive (Mistero su Italia1) e radiofoniche nazionali (Border Nights, Forme d’Onda, etc.), o scrivendone in riviste specializzate che escono in edicola ogni mese (X Times, Ufo International) in seguito ha iniziato un intensivo lavoro di ricerca interiore, sperimentando su sé stesso un percorso alternativo, nel quale ha unito tutte le sue conoscenze in un'unica, nuova e particolareggiata visione spirituale dell'Universo. Attualmente è creatore e gestore del seguito blog “Coscienza Aliena”, è stato fondatore della casa editrice “Risveglio Edizioni”, insieme al progetto “Accademia Risveglio Universale”. Inoltre è anche creatore del nuovo progetto "Risvegliopedia" (Enciclopedia del Risveglio), e che ha l’ambizioso obiettivo di raccogliere tutto il materiale di ricerca prodotto in questi decenni.

Per leggere i suoi Libri: CLICCA QUI


Youtube: Accademia TV

Commenti

Post popolari in questo blog

"Il Dio Pan-Alieno di Godfrey Higgins" di Federico Bellini

Godfrey Higgins (1772-1833) è stato un magistrato inglese e proprietario terriero, stimato sostenitore della riforma sociale, storico ed antiquario. In certi ambienti esoterici è però conosciuto per i suoi scritti riguardanti i miti antichi, in particolare spicca un suo libro tra tutti, Anacalypsis, pubblicato postumo e in cui afferma dell’esistenza di una comunanza tra i vari miti religiosi della Terra, e a cui fa risalire un’origine comune su di una presunta religione o filosofia perduta di derivazione atlantidea. Dal poco che sappiamo della sua vita, risulta che fosse figlio di Godfrey Higgins di Skellow Grange, vicino a Doncaster, venne educato a Hemsworth prima di essere poi ammesso all’Emmanuel College di Cambridge nel 1790, per poi trasferirsi alla Trinity Hall nel 1791. In seguito, studiò legge all’Inner Temple ma non ottenne la licenza di esercitare la legge e si astenne dall’esercizio della professione. Quando poi Napoleone minacciò l’invasione del Regno Unito, si unì al Cor…

Le Consulenze di Federico Bellini, prenota una sessione!

Federico Bellini tiene Consulenze via Skype, di cui si ricorda la natura intensiva del lavoro svolto, e dove verranno forniti tutta una serie di strumenti per conoscere sé stessi, esercizi da svolgere a casa e nel quotidiano. Ad ogni appuntamento, pertanto, sarà come vivere all’interno di un vero e proprio viaggio sciamanico che ci condurrà alla comprensione tangibile dell’illusione, notoriamente chiamata Matrix, arrivando, così, non solo a toccarla con mano ma a vederla all’opera e superarla. La prima consulenza è gratuita. Sarà conoscitiva e permetterà di valutare se proseguire con altri consulti, i quali, se necessari, saranno concordati direttamente con la persona interessata.
Dal martedì al Venerdì, in orario 15:00 - 19:00 Su richiesta anche 21:00 - 23:00
Per prenotare è possibile scrivere al contatto WhatsApp 333 1773995 (no chiamate), oppure all'email: risvegliocomune@gmail.com

"Il Concertone dell'Illusione" di Federico Bellini

. Ogni anno, a Roma, per festeggiare il 1 maggio, i tre sindacati italiani organizzano il famoso "Concertone". Ora, non è per fare sempre polemica, ma viene naturale domandarsi a chi giova mettere in campo un simile evento. I cantanti che ogni anno si avvicendano sono dei 'privati' che si fanno una grande pubblicità, e spesso la qualità delle loro esibizioni dal vivo lascia alquanto a desiderare, essendo per lo più anche "stonati" (in tutti i sensi, non solo vocali), inoltre, sia per Roma come per tutta l'organizzazione messa in campo, vengono spesi dai 300.000 al milione di euro per dare vita a questo evento; ovviamente sono quasi tutti soldi pubblici! La cosa più buffa è che questi "grandi" sindacati vogliono festeggiare il "Lavoro", nel mentre chiedono ai politici di risolvere il problema della povertà e della disoccupazione. Ora, se almeno per un solo anno, quel "Concertone" non venisse organizzato, magari diventando un …

"Finché Matrix esiste..." di Federico Bellini

La prima volta che vidi alla televisione il film Matrix ero un giovane dall’aspetto carino, sbarbatello e coi capelli lunghissimi, di belle speranze e che studiava Composizione al Conservatorio Cherubini di Firenze. All’epoca seguivo i corsi di insigni maestri della Musica ed ero considerato tra i più bravi allievi, non solo di questo prestigioso istituto musicale, ma si diceva, di tutti gli altri istituti italiani. Lo stesso mio insegnante di Armonia e Contrappunto, o quello di Storia della Musica (che per inciso sono dei giganti della Musica Colta a livello internazionale), sostenevano che un allievo delle mie capacità non era più apparso nelle aule dei conservatori italiani da almeno 40 anni. Ricordo che all’epoca, i conservatori, erano ancora gestiti con le vecchie norme scolastiche e i voti venivano dati con il sistema decimale, capirete che coloro che prendevano 8, 9 o 10, il massimo dei voti, venivano non solo considerati dei geni, ma persino esentati dal pagare le tasse annual…